Michela Zanarella

by

La poesia di Michela Zanarella è una poesia cromatica, materna, acquea, piena di suoni e sussurri.

Cromatica: in Altro colore il profilo dell’innamorato è rosso, lo sguardo azzurro sia per il colore delle iridi che per la pace suscitata dal sentimento di unione, i sospiri sono una fila bianca, la sua pelle è fatta di vetrate blu, ma come se tutto fosse giallo o d’oro, che è il colore del sogno.

Materna: in Madre ascolta c’è “quell’umile aurora che si trascina negli inguini del silenzio”, ossia quell’umile poesia che si trascina, e in questo verbo c’è la fatica della generazione creativa, negli inguini del silenzio, che sono le intimità dell’anima da cui è suscitata la parola poetica dolorosa e amorosa come un parto.

Terzo elemento l’acqua, direi il brodo primordiale dove cova la poesia umana: “Nell’acqua l’ombra di un’eternità mi rallegra” (in Altro colore). “Non so, ma la vita è misera come un secco ruscello d’agosto” in Chi ama. Soltanto l’amore permette all’amato di essere ricco in tutto il corpo, cioè in tutto se stesso. “E al suono d’acqua non vuole altro” perché soltanto l’amore può dissetare l’arsura di agosto.

Poi nella poesia di Michela Zanarella ci sono i suoni o sussurri: “Sentire tutto un mare… dove il rumore di una carezza…” (Altro colore).
Questi quattro elementi fondamentali si fondono in dolore-amore mescolati fino a diventare un placido tutt’uno.

Domenica Luise

.

ALTRO COLORE

Sentire tutto un mare,
il rosso di un profilo innamorato
dove il rumore di una carezza
attrae il mio essere fantasia
sopra l’azzurro di uno sguardo.
L’ amore segue con labbra in aria
il bianco di una fila di sospiri,
nell’acqua l’ombra di un’eternità
mi rallegra.
E le vetrate blu della tua pelle
mi fanno vedere quasi
il sapore di un cielo intimo,
come se tutto fosse giallo
di sogno,
altro colore da far entrare
in noi.

CHI AMA

Lontana da te non esisto.
Il saperti sul mio seno
in un angolo a stendere il tuo azzurro,
è necessario come un susseguirsi
di stagioni.
Non so, ma la vita è misera
come un secco ruscello d’agosto,
senza il tuo fiato accanto.
Chi ama è ricco in tutto il corpo.
E al suono d’ acqua non vuole altro.

L’ AMORE ALLE PAROLE (a Pier Paolo Pasolini)

Nei silenzi che oscurano,
nell’ intimo abisso
che porta incisa
la costola del dolore,
fedele è l’amore alle parole,
quel tuo non temere
la notte,
nel lampo che ti donò
all’inganno.

MADRE ASCOLTA

Madre ascolta
l’ ora calda dei miei profili,
quell’ umile aurora che si trascina
negli inguini del silenzio.
Mentre la tua pelle
mi educa a capovolgere distanze,
io faccio lievitare i tralci
del nostro comune esistere.
Fa che l’edera che matura
in mia assenza
sia umano abbraccio
che supera digiuni d’amore.

NOI COME NUVOLE

Noi come nuvole,
feti del destino ad aprire il cielo
ad una calma di luce.
Come quando la terra
genera sotto le sue dita
un suono materno
e abbraccia quel calore
in cui la vita
affolla altra vita

.

Michela Zanarella è nata a Cittadella, Padova, il 01-07-1980. Inizia a scrivere poesie nel 2004, e la sua poesia è ora tradotta in inglese, france­se, spagnolo, arabo.  Ha pubblicato sei libri “Credo” ed. MeEdusa, “Risvegli” ed. Nuovi Poeti, “Vita, infinito, paradisi” ed. Stravagario, “Convivendo con le nuvole” ed GDS, “Sensualità”, Sangel Edizioni, “Meditazioni al femminile”, Sangel Edizioni.  Ha ottenuto diversi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Scrive recensioni ed interviste per diversi giornali on line.

Annunci

8 Risposte to “Michela Zanarella”

  1. Antonino Caponnetto Says:

    Non credo sia possibile opporre resistenza alla limpida forza dei versi di Michela e sia invece naturalissimo adagiavisi, lasciandosi trasportare lungo tutto il loro corso come immersi in un fiume che dalla sorgente ci porti al mare aperto. Così come, seguendone in successione anche i più piccoli eventi poetici presenti fino ai loro confini naturali, non si può che raggiungere l’insidiosa eppure affascinante soglia del mistero che invariabilmente ci abita e che abitiamo.
    A. C.

    Mi piace

  2. Elisabetta_Bagli Says:

    Michela Zanarella è un’acuta osservatrice dell’animo umano, i suoi versi danno forma a pensieri e a meditazioni a contenuto universale, dirette a ogni essere umano concreto sia esso donna o uomo. Attraverso l’uso di immagini e di simboli, la poestessa riesce ad arrivare direttamente nell’animo di chi legge. La sua è una scrittura semplice priva di orpelli, una scrittura che scava a mani nude nella sua anima donandoci i suoi dolori e sui suoi piaceri, i sui suoi sogni e le sue disillusioni, regalandoci la preziosa la compagnia dei suoi versi.
    Elisabetta Bagli

    Mi piace

  3. Alessandro Vizzino Says:

    Avvicinarsi alla poesia di Michela Zanarella è come aprire la finestra in una fredda mattinata invernale, quando sei appena sceso dal letto con il tepore della notte e il pigiama ancora indosso: uno schiaffo d’aria gelida sulla faccia, che ti riporta alla realtà e che, un secondo dopo, produce energia, voglia d’affrontare la giornata con rinnovata voluttà. Una poetica che buca, che mira e centra gli obiettivi, accanto all’essenza delle cose e senza inutili artifizi. Una boccata d’aria fresca, purificatrice…

    Mi piace

  4. Giuseppe Lorin Says:

    La Poesia della Zanarella è nell’originalità materica della sua espressione, che attraversa gli elementi essenziali del nostro pianeta, dando così vita all’essere, rafforzandone la comprensione e valorizzando i sentimenti, troppo spesso da lui attutiti.

    Mi piace

  5. michela zanarella Says:

    Vi ringrazio uno ad uno, voi siete la mia forza per continuare, grazie davvero di cuore.
    Michela

    Mi piace

  6. Ciro Pinto Says:

    Michela Zanarella unisce corpo e anima nei suoi versi. Tuffi repentini nel profonfo dell’animo ancorati saldamente alla realtà, contestualizzati in elementi corporei a concretizzare con la somatica un sentimento, una suggestione. Una poesia limpida, di immediata comprensione, che trasmette emozioni e crea una dinamica di condivisione con il lettore che non è facile trovare nell’universo della poesia.
    Ciro Pinto

    Mi piace

  7. Susanna Polimanti Says:

    Non conosco Michela personalmente, tuttavia, grazie alle sue poesie mi sembra di conoscerla da anni. La poesia di Michela è diretta, limpida, coraggiosa ed equilibrata. La poetessa sta dimostrando sempre più di aver trovato un legame solido con i suoi versi, che mi comunicano sempre tanta energia, romanticismo, passionalità e soprattutto amore per ogni creatura dell’universo. I suoi versi sono dettati da forte motivazione interiore, volta a cancellare ogni umana insicurezza. Sono certa che lei abbia trovato nella poesia una personale realizzazione che va ben oltre ogni risultato conseguito.Trovo che le sue poesie siano molto innovative rispetto ai classici canoni poetici, già battuti da molti nella poesia contemporanea. La sua poesia rimane un punto di riferimento per ogni emozione, nella musicalità dei suoi versi la poetessa riesce ad esprimere se stessa senza pudori, senza remore né banalità, bensì con la profonda umiltà che è parte essenziale della sua personalità.
    Auguro a Michela un continuo e crescente successo dal profondo del cuore!

    Susanna

    Mi piace

  8. Anonimo Says:

    La poesia di Michela è soave poiché permeata della stessa prepotente e, al contempo, sussurrata femminilità della natura che ci ha generato e che ci ospita, una femminilità densa ma delicata, avvincente e mai banale. Alessandra Prospero

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: