Anna Maria Bonfiglio

by

??????????                                                                                                                    

                                                                                   

ALBUM

(a mia madre)

Dall’album di famiglia
sorridi in una foto in bianco e nero
-donna autarchica con borsa ed ombrellino.
Due onde di capelli sulla fronte
come quelle dive che ammiravi
ritratte sui giornali color seppia.
L’artista catturò una gioia ignara
un’oncia d’allegria prima che il tempo
ti consegnasse ombre e pieghe amare.
Da quello scoglio che ti regge eretta
-giovane fuso in cerca del suo filo-
non vedi che l’azzurro del tuo cielo
il volo degli aironi a pelo d’acqua.
Fu solo dopo (quanto dopo?
un battito di ciglia un fiato un sogno?)
che quel sorriso venne cancellato
e noi non ti vedemmo mai
in quella posa che non t’assomiglia.
Peccato non averti detto prima
(prima che la stagione d’oro spento
ti regalasse l’ultima violenza)
che s’ebbe vita breve quel sorriso
fu anche in buona parte causa mia.

(dalla raccolta Album-Sedici dediche, Ed. Insieme nell’arte 1991)

                                                                          

                                                                     

PER UN DISTACCO

Qualche volta si muore
-di silenzio
o di parole che non vuoi sentire
e non ti basta
sapere che nell’ombra del distacco
s’annida ancora un rantolo di vita.
Si può morire
per una foglia secca e calpestata
per l’anòdino unguento di un ricordo
si può morire cento e cento volte
nelle frasi banali di un saluto.

Altra cosa
saperti per i viali di Mondello
o in un bar del centro di Palermo
(una canzone ruffiana e caffè freddo
aspettando le brume).
Fra due c’è sempre uno
che resta appeso al gioco degli abbracci
(non sai s’è meglio andare o rimanere).

La nave ha già mandato i tre segnali:
ci salutiamo con occhi di sale
e ricami d’amore sulla pelle.
Quelli che noi non siamo
vivranno in episodi ricorrenti
(la cena fuori o la partita a carte)
la realtà dicibile
l’altra e’ un sussurro
che sfiata dalla mia alla tua bocca.

Non ti chiedo neppure cosa sono
nella tua vita di ferite e rughe.
Ti leggo sulle mani
i segni dei ritorni ripetuti
e so che sei per me pianto e carezza
stazione provvisoria ove si torna
mosca impazzita
nel dedalo dei sogni capovolti.

(dalla raccolta Le voci e la memoria, Gabrieli Editore, 2000)

                                                       

                                                                                   

FIACCOLATA

(Anniversario dei morti per mafia)

                                          

Alza città di pianto sulle mura
una nuvola rossa che sia fuoco
per la viltà di chi si fa più forte.
Ora che s’è compiuto il tradimento
non abbiamo più rose né lenzuoli
per le bare di quelli che hanno perso.

Pesano i morti
e pesa l’abbandono.

Domani il sole stenderà bandiere
sul dolore dei vivi
e accorderà i suoi passi
al cammino dei nuovi combattenti.

(dalla raccolta Il miele amaro, ed. CFR 2013)

                                                         

                                            

Anna Maria Bonfiglio vive a Palermo dove svolge attività culturale nell’ambito letterario. Giornalista pubblicista,  ha collaborato con i settimanali dei gruppi Rizzoli e GVE, con i mensili Siciliatempo e Insicilia, con la rivista Sìlarus e con molti altri periodici fra cui Kaléghé, Il giornale del Mediterraneo, Sicilia Notizie, La Nuova Tribuna Letteraria. Suoi articoli, brevi saggi e poesie sono reperibili sul web all’interno di alcuni siti  fra cui Italialibri, Progetto Babele, VDBD, Letterariamente, L’araba felice, Il sottoscritto. Ha curato un corso di analisi ed interpretazione del testo poetico presso l’Istituto Professionale CEP di Palermo ed un laboratorio di scrittura creativa presso la sede regionale ENDAS Sicilia. Dal 1987 al 1998 è stata presidente dell’Associazione Scrittori e Artisti e nel 1998 del Gruppo Ottagono Letterario. Ha diretto il periodico Insieme nell’Arte ed il giornale online Quattrocanti; ha inoltre scritto prefazioni per antologie e raccolte poetiche e curato readings di poesia. Ha pubblicato le raccolte di poesia: Le parole non dette (Ed.Thule, Palermo 1978); Le voci del silenzio (Ed.Thule, Palermo 1979); Uguali dimensioni (Ed. S.S.C Catania 1981); L’insana voglia di ardere (Ed. Gabrieli, Roma 1982, I°premio Fragmenta d’oro); Nell’universo apocrifo del sogno (Ed. Il Vertice, Palermo1985, premio Emily Dickinson); La Marna e l’Arenaria (poesie inserite nell’antologia del Novecento Gli eredi del sole, Ed.Il Vertice, Palermo 1987); La donna di picche (Ed.Il vertice, Palermo 1989); AlbumSedici dediche (Ed.Insieme nell’arte, Palermo 1991,3° premio “Faliesi”); Spinnu (Ed.Pubbliscoop, Sessa Aurunca 1996, I° premio Città di Marineo e I° Premio Città di Prizzi); D’ombra e d’assenza (Issimo,Ed. Il Vertice, Palermo 1999); Le voci e la memoria (Ed. Gabrieli, Roma 2000, segnalazione Premio Marineo); Tra luce ed ombra il canto si dispiega -5 poeti per Palermo (Ila Palma, Palermo 2002); Per tardivo prodigio (Ed. Fondazione Thule Cultura, Palermo 2006, 2° Premio Erice Anteka). In prosa ha pubblicato la raccolta di racconti L’ultima donna, i romanzi brevi La verità nel cuore  e Scelta d’amore, i saggi Il mito nella poetica di Cesare Pavere (supplemento a Insieme nell’arte, Palermo 1990); Motivi di femminismo nella letteratura italiana del primo Novecento (Silarus, Battipaglia, 1985); Maria Messina in Figure femminili del Novecento a Palermo (Ed.ULITE, 2000), A cuore scalzo- La vita negata di Antonia Pozzi (Ed. CFR, 2012); La vicenda di gioia e di dolore nella poesia di Camillo Sbarbaro (Ed.CFR, 2013). Sue poesie sono state tradotte in finlandese ed inserite nell’antologia Valkosoihtujen tasangolle a cura di Anu Rinkinen. Nel 1994 le è stato assegnato il Premio di Cultura “Città di Monreale”, nel 2005 ha ricevuto il Premio Speciale “Giacomo Giardina” alla carriera e nel 2008 il premio letterario “Salvatore Gotta” per 30 anni di attività svolta nell’ambito della cultura nazionale.

Annunci

Tag:

5 Risposte to “Anna Maria Bonfiglio”

  1. anna maria bonfiglio Says:

    Grazie a Cristina per avermi ospitato nel suo giardino

    Mi piace

  2. fattorina1 Says:

    Le poesie dela Bonfiglio sono chiare, scevre da ogni forma di intellettualismo; fotografano visioni quasi fotografiche, solo il dubbio confonde. Rileggete questi versi:
    “Quelli che noi non siamo
    vivranno in episodi ricorrenti
    (la cena fuori o la partita a carte)
    la realtà dicibile
    l’altra e’ un sussurro
    che sfiata dalla mia alla tua bocca.”
    Possiamo coltivare i nostri giardini segreti, ne dovremmo avere uno per ciascuno-
    Apprezzo questo candore non infingardo.
    Narda

    Mi piace

  3. leopoldo2013 Says:

    Credo che la Bonfiglio abbia accettato di confrontarsi con il rischio e la scommessa del fare poetico oggi più consapevole ; quello di usare le parole senza fagocitarne il senso , senza celebrarle , con la partecipazione e il distacco che la poesia pretende da sempre per farsi volano di comunicazione e non di incantesimo : una “classicità”rivisitata in chiave moderna , fatta salva da sudditanze filiazioni e canti di sirena .
    Complimenti e cordialità
    leopoldo attolico –

    Mi piace

  4. Carla Spinella Says:

    Cara Annamaria,
    complimenti: non tanto per il nutrito curriculum, che pure merita ogni rispetto, quanto per la qualità delle poesie che ho potuto leggere sul blog. Sapienti, non saccenti; intense nel linguaggio e nell’emozione, non “cosiddette ispirate”; di un’ apparente spontaneità, frutto reale di una assidua ricerca sulla parola, che non è mai sciatta o miseramente comune. Mi piacerebbe che ci scambiassimo qualche silloge, magari in occasione di una mia presentazione a Catania, se riuscirò a organizzarla. Buon anno 2014. Carla Spinella

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: