Posts Tagged ‘Abele Longo’

Abele Longo

22 maggio 2015

Bad Dream

Sophia ha fatto un brutto sogno
Almeno così dice
mentre la porto nel nostro letto

E penso – la sento che mi spinge
con i piedi contro il bordo –
ai letti degli avi che ritagliano
un angolo d’intimità
per non svegliare i bambini

E li vedo – insonne –
salpare in un’estate di zanzare
zattere d’anime
sovraccariche d’amore

 

altre qui

Abele Longo

4 marzo 2014

disegno sophia - catdisegno della piccola Sophia Longo

Bad Dream

Sophia ha fatto un brutto sogno
Almeno così dice
mentre la porto nel nostro letto

E penso – la sento che mi spinge
con i piedi contro il bordo –
ai letti degli avi che ritagliano
un angolo d’intimità
per non svegliare i bambini

E li vedo – insonne –
salpare in un’estate di zanzare
zattere d’anime
sovraccariche d’amore

*

Mrs Parkinson

scorgo dal finestrino
un ciuffo di capelli in aria

o forse i crini di un archetto
scappati da un concerto

del resto Sophia ha scoperto la notte
dalla cappotta della macchina

e visto una volta Mrs Parkinson
sospesa su di un faggio

(inediti)

***

Stormy Weather

Un temporale si abbatte
mentre sono in bicicletta
vuota la mente
sfiora a filo d’erba

vermi che si torcono
nella terra nuda
maciullati dall’insania
di piste fuori strada

belati di pecore
coprono lo schianto
a casa mia figlia
chiederà una storia

nella penombra
della sua stanza
ogni goccia distilla
l’inverno che cade.

*
Sheepy

(La bambina gattona in cucina
la vede girare nella lavatrice:
Shee-pyyyyy!)

Parlava forte dei suoi pregiudizi
sulla categoria dei tassisti:
cerchi bene trattasi di una pecora
un po’ vispa dall’aria un po’ smarrita

come una visione l’uomo che getta
la pecora dall’alto di un burrone

mentre s’innervosisce al cellulare
la moglie fa notare che la piccola
l’aveva messa in una scatoletta,
doveva sembrare sospetta
la sua flemma nel lanciare l’allarme.

*

FINE MAGGIO

UN VENTICELLO CALDO
SEDUTO SULLA SABBIA
QUALCUNO CHE FA IL BAGNO
MIA FIGLIA CHE RINCORRE
GUARDANDOSI LE ORME
LO SPAZIO SCONFINATO
LO SCRIVO SU UN FOGLIETTO
LO SEGNO IN STAMPATELLO
SARÀ PER SEMPRE UN CALDO
GIORNO DI FINE MAGGIO
UN VENTICELLO CALDO
SEDUTA SULLA SABBIA
QUALCUNO CHE FA IL BAGNO
MIA FIGLIA CHE RINCORRE
GUARDANDO DELLE ORME
LE PIEGHE DEL PASSATO
LO SCRIVE SU UN FOGLIETTO
LO SEGNA IN STAMPATELLO
SARÀ PER SEMPRE UN CALDO
GIORNO DI FINE MAGGIO

(Da Reversibilità, Edizioni Accademia di Terra d’Otranto, 2012)

Abele Longo